ACQUEDOTTO ROMANO

Back it
Via Rio Conco, 6
Sasso Marconi


more
>

Questo acquedotto romano ha un primato rispetto agli altri: dopo oltre 2000 anni è forse l’unico ancora perfettamente in funzione e continua a portare l’acqua del fiume Setta alle case dei bolognesi per circa un quinto del loro fabbisogno. Giudicate infatti insufficienti le acque dell’Aposa (unico fiume che attraversa il centro di Bologna) e troppo calcaree quelle del Reno, gli ingegneri idraulici romani decisero che il torrente Setta, con acque pulite, dolci e chiare, facesse al caso loro. Progettarono così, circa intorno al 15 a.C., un tunnel interamente scavato nelle colline di roccia di arenaria e argilla, il cui imbocco si trova lungo la riva destra del Setta, poco prima della confluenza col Reno. Lungo quasi 19 km, la sua realizzazione occupò 20 squadre, ciascuna con decine di uomini che lavoravano a turni, probabilmente per una durata di 12 anni. L’acquedotto venne costruito per tronchi. Ogni tratto veniva scavato da due squadre che entravano dallo stesso pozzo e, dandosi le spalle, avanzavano in direzione opposta sino all’incontro con una squadra entrata più a monte o più a valle, circa a distanza di 80 m. Rimase in funzione fino al IV secolo d.C., quando le invasioni dei barbari portarono alla caduta dell’impero Romano in Occidente. Inattivo per quindici secoli, venne poi ripristinato nel 1883.


Close routes